13 Gennaio 2022

Automazione Cancelli: scopriamo di cosa si tratta

La comodità di poter fare affidamento su un cancello automatico e risparmiare tempo fa gola a molti privati, ma anche a chi ha un immobile frequentato da tante persone. L’automazione cancello, oltre a far risparmiare tempo, è uno strumento che conferisce un’aura di sicurezza all’intero stabile. Spesso si pensa, però, che installare un cancello automatico sia proibitivo – specie per chi ha poco spazio a disposizione ma non vorrebbe rinunciare al comfort.

In questo articolo scoprirai il mondo delle automazioni e a quali esclusivi benefici stai rinunciando.

Scopriamo insieme l’automazione cancello, cos’è e perché conviene investire in questo magico prodotto.

Automazione cancello: cos’è e principali vantaggi

Prima di addentrarci alla scoperta del mondo dell’automazione dei cancelli per residenze, condomini e aziende introduciamo i principali vantaggi di questi strumenti. Oltre a semplificare la vita di ognuno di noi facendoci risparmiare tempo prezioso, i cancelli automatici sono sinonimo di sicurezza e affidabilità.

  • Comodità. Come accennato poc’anzi, un cancello automatico ti permette di risparmiare tempo e, soprattutto, di rimanere comodamente in auto mentre fuori c’è la pioggia battente. Infatti, in tuo soccorso subentra un comodo telecomando che, collegandosi alla centralina, ti permetterà di entrare nel luogo senza stressarti o raffreddarti!
  • Oltre ad essere un comodo deterrente per disinvogliare i malintenzionati ad entrare nelle abitazioni private e pubbliche, il cancello automatico è costruito con sensori e fotocellule che, nel caso in cui rilevano persone e oggetti cessano di muoversi all’istante. Questa funzione è particolarmente importante per chi ha bimbi piccoli che possono avvicinarsi al cancello se non supervisionati. Lo stesso principio vale per gli oggetti lasciati nelle vicinanze.
  • Ottimizzazione degli ambienti e degli spazi a disposizione. Affinché ogni struttura possa avere un cancello su misura, il primo passo su cui concentrarsi è l’analisi dello spazio a disposizione. Potrai scegliere se installare un cancello scorrevole o battente. In questi casi bisogna valutare se si ha più spazio laterale (nel caso di cancelli scorrevoli) piuttosto che nella zona posteriore (soluzione a battente.)
  • Resistenza all’usura e alle intemperie. In commercio troverai varie soluzioni. Ciò che non dovrai mai trascurare è la possibilità che alcuni materiali (come l’acciaio e il ferro battuto) sono più soggetti alla ruggine e altri inestetismi che vanificano le funzionalità dello strumento. Infatti, in questo caso la scelta più saggia è destinare un budget annuale per la manutenzione, così da avere uno strumento efficiente tutto l’anno.
  • Costi sempre più accessibili. I costi per installare un cancello automatico sono stati abbattuti rispetto ad alcuni decenni fa. Inoltre, grazie alle manovre del Governo potrai valutare se installare un comodo cancello automatico usufruendo dell’esclusivo bonus in vigore dal 2022.

Ti piacerebbe risparmiare tempo e installare in tempi ultra rapidi il cancello automatico per aumentare il comfort e la bellezza del tuo immobile? Entra in contatto con un consulente VDS Automation. Da oltre 30 anni aiutiamo le famiglie e le aziende italiane grazie ad automazioni su misura. Contattaci e raccontaci le tue esigenze.

Da leggere: Cancello Automatico: consigli per l’installazione e la sicurezza

Tipi di cancelli automatici

Affinché tu possa scegliere il miglior cancello automatico su misura per te, scopriamo insieme quali sono le soluzioni più in voga.

  1. Cancello ad anta battente. Questa è sicuramente una delle alternative più accattivanti da adottare per dare un tocco grintoso all’immobile. Puoi riconoscere questa tipologia perché è composta da un’anta singola che si apre a 90° per permettere l’accesso e l’uscita dalla via. Normalmente, l’apertura avviene all’interno della proprietà, al fine di evitare problemi con la circolazione e garantire maggior sicurezza alle persone.
  2. Cancello automatico a doppia apertura battente. In questo caso, le ante che si apriranno verso l’interno sono due. Una delle due ante si aprirà prima rispetto all’altra (infatti l’input di apertura non viene inviato simultaneamente alle due ante). In questo modo si avrà un’apertura più controllata e sicura.
  3. Cancello scorrevole con una sola anta. In commercio troverai due tipologie di prodotti: le ante che si muovono su una rotaia e i cancelli ad anta regolati da un carrello che ne facilita l’apertura.
  4. Cancello scorrevole telescopico. Questa soluzione è perfetta per chi non ha abbastanza spazio per poter installare un cancello scorrevole. Infatti, anziché scorrere da un lato predefinito, il cancello è costituito da ante multiple che, aprendosi, vanno ad ordinarsi posteriormente anziché lateralmente.
  5. Cancello a libro. Sicuramente un’opzione che dà brio e carattere all’immobile. Le due ante si piegano lateralmente su sé stesse assumendo la forma di un libro che sta per chiudersi.

Una volta individuata la tipologia di cancello più adatta alle tue esigenze, bisogna identificare l’utilizzo che vuoi farne. Per facilitare questa fase, i cancelli automatici vanno suddivisi in tre classi di utilizzo:

  1. Residenziale: uso sporadico nel corso della giornata;
  2. Condominiale: uso massiccio e struttura adeguata, avanzata e affidabile.
  3. Intensivo: come nel caso di aziende o luoghi visitati da molte persone e che superano il centinaio di aperture giornaliere (come può accadere negli ospedali).

Come puoi immaginare, i costi variano in base al tipo di utilizzo che ne farai. Un cancello ad uso intensivo ha bisogno di un motore elettrico ad alto voltaggio, rispetto ad uno residenziale.

Funzionamento:

  • Idraulico, medianti pistoni specifici. la struttura è alquanto pesante e viene incorporata in cancelli pesanti e che vantano una struttura importante;
  • Elettromeccanico, sostenuto da un’architettura specifica. Questa tipologia è molto in voga per chi acquista un cancello automatico ad uso residenziale. Il vantaggio risiede nella leggerezza della struttura.

Ti piacerebbe scoprire le nostre soluzioni? Qui trovi il catalogo aggiornato con i nostri fantastici prodotti. Scegli la soluzione che fa per te e richiedi un preventivo gratuito cucito su misura!

Da leggere: Motore per cancello oleodinamico o elettromeccanico?

Quali sono i materiali utilizzati per i cancelli automatici?

  • PVC: leggero, economico, fragile e non in grado di mantenere un elevato standard di sicurezza;
  • Acciaio: pesante, sicuro ma soggetto alla ruggine – necessita di una manutenzione costante e periodica. Oltre al costo di installazione, periodicamente vanno sostenute le spese di manutenzione straordinaria.
  • Alluminio: leggero, resistente alle intemperie, estremamente costoso – se paragonato alle altre opzioni;
  • Ferro battuto: come nel caso dell’acciaio, anche il ferro battuto è un’ottima scelta ma soggetto alla forza inarrestabile delle intemperie. Per questo motivo, non di rado il cancello in ferro battuto è vittima di una fastidiosa formazione di ruggine – che per essere debellata necessita di un budget a parte.

Due esclusivi punti di forza dell’automazione cancelli

  1. Il cancello automatico è dotato di sensori in grado di comprendere se c’è una figura nel suo raggio d’azione. Questo sensore, infatti, permette al cancello di arrestarsi immediatamente e di non colpire oggetti o persone.
  2. In caso di black-out potrai aprire manualmente il tuo cancello e accedere all’abitazione. Alcuni cancelli più evoluti, invece, sono dotati di batterie d’emergenza che entrano in azione in caso di interruzione di elettricità.

Automazione di un cancello: ecco le componenti essenziali

Affinché il tuo cancello automatico funzioni al meglio, vengono installate diverse componenti per permetterti di avere un prodotto funzionale e affidabile.

  • Centralina (nota anche come Quadro). La centralina ha il compito essenziale di ricevere i segnali da altri strumenti – come ad esempio il telecomando che usi ogni volta che devi entrare o uscire dal vialetto. Affinché la magia avvenga, la centralina è direttamente collegata al motore elettrico, da cui attinge l’energia per funzionare in modalità wireless.
  • Motore elettrico. In commercio troverai varie soluzioni di cancello automatiche pronte per soddisfare le tue esigenze, ma ognuna di esse avrà un motore elettrico diverso. Infatti, potrai scegliere se optare per una soluzione dal motore singolo (più frequente in cancelli ad uso residenziale) o multiplo (più comune in chi scegli un cancello automatico ad uso intensivo). I motori elettrici sono tarati in base al voltaggio che possono sostenere per compiere le azioni per cui sono pensati. Un cancello dal peso considerevole (come nel caso di soluzioni in ferro battuto o acciaio) necessita di un voltaggio superiore a quelli creati in PVC.
  • La fotocellula. Si tratta di un dispositivo fondamentale da installare insieme al cancello automatico (infatti è richiesto dalle normative Europee relative al campo della sicurezza!) Questo utilissimo sensore è in grado di monitorare i fasci di luce e di rilevare se nelle sue vicinanze ci sono degli oggetti. Nel caso in cui venga rilevata un’alterazione della luce (dunque la presenza di un ostacolo), la centralina riceve istantaneamente il segnale di immobilizzare l’apertura (o la chiusura) del cancello.
  • Telecomando. E’ lo strumento grazie al quale la centralina riceve l’input per avviare il processo di apertura e chiusura del cancello. Una volta premuto il tasto sul telecomando, verrà attivata anche la fotocellula.

Componenti variabili:

  • Braccio articolato. Il compito di questa sezione è favorire l’apertura e la chiusura dei cancelli ad apertura con ante battenti. Il braccio articolato è direttamente collegato al motore elettrico, da cui attinge la forza per muoversi una volta premuto il telecomando.
  • Binario. Questo elemento svolge un ruolo analogo a quello del braccio articolato. Il binario è presente solo nei cancelli scorrevoli.
  • E’ possibile trovarlo nei cancelli ad ante battenti e contribuisce a rendere l’apertura (e la chiusura) più snella. Esistono varie tipologie di pistone in commercio: idraulico, oleodinamico e elettromeccanico.

Da leggere: Migliori Motori per Cancelli Scorrevoli

Automazione Cancelli cos’è – in breve

Il cancello automatico è senza dubbio un prodotto rivoluzionario, versatile e alla portata di ogni tasca.

Noi di VDS Automation possiamo aiutarti ad installare un cancello in pochi giorni fatto su misura delle tue esigenze e necessità.

Desideri investire in un prodotto sicuro, affidabile e duraturo nel tempo? Inviaci una mail a info@vdsautomation.com oppure chiamaci chiama al numero 085 4971946. Un consulente dedicato farà diventare la tua sicurezza e comodità pura realtà!

Open chat
Contattaci!